Otturazioni, cura delle carie e non solo

L’odontoiatria conservativa è una branca necessaria per evitare il formarsi della carie e curare i denti che hanno subito traumi ed erosioni.

Il termine conservativa indica appunto lo scopo degli interventi, che tendono a conservare ciò che rimane del dente e di salvarlo senza procedere all’estrazione o alla devitalizzazione.

Soprattutto nel caso di carie, la malattia infettiva che colpisce lo smalto, la dentina e il cemento del dente, gli interventi di odontoiatria conservativa appaiono risolutivi ed efficaci.

I principali trattamenti consistono in otturazioni, intarsi e ricostruzioni del dente, utilizzando materiali compositi esteticamente simili all’aspetto originario del dente, salvando la polpa dello stesso. Qualora la polpa sia già attaccata dall’infezione, è necessario procedere con un’estrazione e relativa cura canalare.